Sale!
Anna Maria Naddei

La testa sulle SPALLE IL BEN ESSERE del corpo

La testa sulle SPALLE IL BEN ESSERE del corpo.

Con esercizi e consigli utili per il dolore di spalla.

Con questo libro la dottoressa Anna Maria Naddei ha voluto raccontarci cosa si cela dietro la sua grande professionalità partendo dalla sua storia personale, dall’amore per la fisioterapia, per le sue origini e per la sua famiglia. Quest’ultima per lei ha sempre rappresentano un pilastro insostituibile sul quale ha basato la sua intera esistenza, perché è da essa che ha attinto linfa vitale per costruire una realtà che oggi rappresenta un’eccellenza per il territorio abruzzese, il centro fisioterapico Kinesis. E quando ci parla di famiglia, la dott.ssa Naddei parte da quella di provenienza, numerosa, in un paesino dell’entroterra, raccontandoci dei momenti di gioia, dei doveri e di come i genitori l’abbiamo spinta ad edificare la persona che è oggi. E poi, c’è un’altra famiglia a cui deve molto, quella che ha fondato con la sua metà, il marito Paolo. L’autrice ci svela così che proprio grazie al coraggio, alla fiducia, alla stima e al supporto ricevuti dal compagno di vita, ha realizzato il sogno di diventare la professionista stimata che è oggi, oltre che la fiera madre delle adorate figlie Martina e Camilla, con le quali oggi lavora ogni giorno nel centro che ha costruito con fatica e passione. Una donna granitica, una lavoratrice indefessa, dedita e innamorata del suo mestiere per il quale si è formata in anni, nonostante le difficoltà che la vita frappone tra le proprie volontà e le contingenze della realtà.

Un libro che comincia dalla storia familiare per poi soffermarsi su quella professionale, due percorsi inscindibili: l’uno ha tratto forza dall’altro. La dottoressa Naddei poi ci parla dell’uomo – il paziente – al centro di ogni terapia e della necessità di prendersi cura innanzitutto di se stessi – come operatori – e del proprio “ben.essere”, come lo definisce lei. Lo scandisce più e più volte tra le pagine, prima ancora di prendersi cura dei propri pazienti bisogna introiettare lo sguardo verso se stessi. Come fisioterapista, inoltre, non può fare a meno di presentarci in queste pagine la moltitudine di approcci fisioterapici che adotta per poi soffermarsi sull’importanza dell’alimentazione e dello stile di vita.

Come chirurgo ortopedico specializzato nella spalla-gomito presso il Cervesi di Cattolica (Rimini), collaboro con Kinesis dal 2007. Qui ho trovato professionisti con la P maiuscola. Mi è capitato di riscontrare personalmente come lavorano altre strutture fisioterapiche del centro-sud, dove il paziente viene spesso risucchiato in un vortice di terapie strumentali, il più delle volte inefficaci. L’equipe della dottoressa Naddei, invece, opera solo dopo la diagnosi di uno specialista (sono pochissimi i centri riabilitativi in Italia che si avvalgono di consulenze di ortopedici della spalla-gomito) e mette in atto una serie di terapie rivolte – davvero – al beneficio del paziente. I feedback delle persone da me visitate nel centro Kinesis, e qui trattate, sono sempre stati più che positivi, e mi hanno consentito di evitare in taluni casi l’intervento chirurgico. Una riabilitazione ben fatta e mirata a riattivare i giusti meccanismi di recupero è fondamentale per la preparazione all’intervento o, addirittura, può essere una valida alternativa a quest’ultimo.

Mi spiego meglio. Quando svolgo le mie consulenze presso Kinesis, insieme alla dottoressa Anna Maria Naddei e ai suoi collaboratori, sottoponiamo i pazienti che presentano problematiche alla spalla ad una prima seduta, secondo un approccio terapeutico-valutativo. Spesso si tratta di persone affette da spalle rigide che provengono da altre regioni o da altri centri dove non hanno ottenuto i benefici sperati e magari hanno in programma un intervento chirurgico. Dopo la prima seduta fisioterapica e valutativa cui facevo riferimento, visito nuovamente i pazienti per un controllo, i quali mostrano sin da subito evidenti e immediati miglioramenti, pertanto il più delle volte classifico la patologia come non chirurgica. Nessun miracolo, solo una manualità estremamente qualificata. Spesso, alcune patologie come la spalla rigida e la capsulite adesiva nelle forme idiopatiche, si risolvono nel 90% dei casi con l’aiuto di un valido ed esperto fisioterapista. Ecco perché Cattolica collabora con Pescara dal 1998, prima con il mio “maestro”, il dott. Giuseppe Porcellini, poi con il dott. Paolo Paladini, e oggi con me. Ci troviamo bene con Kinesis e Kinesis si trova bene con noi, da sempre; sicuramente il miglior centro riabilitativo della spalla del centro-sud. Questo perché lavoriamo in un ospedale pubblico, dove l’intento primario è quello del benessere del paziente e dove non abbiamo alcun interesse nel sottoporre quest’ultimo ad un trattamento chirurgico a tutti i costi. In un pomeriggio di visite presso Kinesis, su una media di 25 pazienti affetti da patologie della spalla, ne metto in lista solo 4 per l’intervento. Consegno la maggior parte di loro, dunque, nelle mani di Anna Maria. Questo per dirvi come sia importante per lei e i suoi collaboratori lavorare con professionalità e onestà. Ma avrete modo di constatarlo leggendo.

Oltre agli aspetti più tecnici della fisioterapia, sicuramente descritti dall’autrice in modo fruibile da tutti, questo è un libro di sentimenti, di coraggio, di forza e passione. Una storia da leggere.

 

 

Il Dott. Marco Saporito

20,00 19,00

ISBN: 979-12-80331-04-5 Categories: , Tags: ,

Additional information

formato

14 x 21

pagine

127 pagine

informazioni extra

stampato a 2 colori rilegato in brossura, 90 immagini con esercizi

Autori

Anna Maria Naddei

Description

INDICE

Prima Parte

–          Capitolo 1

Kinesis, una storia di famiglia e di scelte coraggiose

–          Capitolo 2

L’uomo al centro

–          Capitolo 3

Una moltitudine di approcci

–          Capitolo 4

Alimentazione e stile di vita

 

Seconda Parte

–          Il dolore di spalla: consigli ed esercizi

Mobilizzazione attiva

Potenziamento isometrico

Rinforzo dei muscoli fissatori della scapola

Potenziamenti con elastici

Esercizi in diagonali e globali

Potenziamento isotonico

Potenziamento stabilizzatori della scapola

Potenziamento con manubri

Auto – allungamento

–          Conclusioni

–          Ringraziamenti

–          Bibliografia